Visitare la Ciociaria: un viaggio nell’affascinante territorio laziale

Un viaggio nell’Italia centrale è da sempre un’esperienza affascinante ed imperdibile. Già nei secoli scorsi, intellettuali, artisti e uomini politici facevano dell’Italia centrale una meta obbligatoria da visitare almeno una volta nella vita e numerosi libri e trattati sono stati scritti per raccontare questo territorio.

Il Lazio è la regione che ha come capoluogo Roma, che è anche la capitale d’Italia. In questo territorio sono innumerevoli le occasioni per arricchire la propria cultura o solo per divertirsi, magari soggiornando in uno dei tanti agriturismi presenti in zona. La Ciociaria è una parte del Lazio che negli ultimi decenni non è stata particolarmente valorizzata come meta turistica ma che negli ultimi anni sta ritrovando tutta l’attenzione che si merita e sta diventando una delle tappe obbligate per chiunque voglia scoprire le meraviglie del centro Italia e del Lazio.

Uno dei modi più suggestivi per visitare questa parte del nostro paese è quella di soggiornare in un agriturismo a Frosinone, che è il centro della Ciociaria e la città più importante della zona. Solo vivendo qualche giorno in un agriturismo si può venire in contatto con la natura, la gastronomia e la cultura che questo fantastico territorio sa dare.


La Ciociaria si estende dal Lazio alla Campania ed è un territorio prettamente montuoso e collinare. Questa sua particolare caratteristica la rende adatta ad attività come la pastorizia ed influisce moltissimo nella cultura locale e in particolare sulla gastronomia del territorio. Famosi sono i formaggi di capra o di pecora che arrivano freschissimi sulle tavole grazie ai pascoli presenti in tutta la zona. Anche la cucina a base di carne è particolarmente indirizzata verso animali da pascolo. Soggiornando in un agriturismo a Frosinone, la sensazione è quella di essere immersi in un territorio senza tempo contornati dai gusti e i colori tipici di questa terra e dei suoi prodotti. Sicuramente tra i piatti serviti negli agriturismi capiterà una minestra di lenticchie, di fagioli o di fave in quanto questi sono prodotti tipici di questa terra. Vedere servito in tavola un piatto fatto con ingredienti coltivati a pochissima distanza, rende ancora più gradevole e speciale il soggiorno in Ciociaria.

La Ciociaria e Frosinone non sono però solo buona cucina e buon vino, ma sono anche itinerari turistici per tutti i gusti e per tutte le stagioni.
Il Cammino di San Benedetto è un percorso famoso in tutto il mondo che permette al viaggiatore di visitare luoghi incantevoli ripercorrendo a tappe il cammino fatto dal Santo. In ben 310 chilometri il cammino si snoda attraverso montagne e sentieri, da fare a piedi o in bicicletta, e permette al turista di vivere un’esperienza magica in alcuni dei luoghi più suggestivi d’Italia. Durante il cammino è possibile anche visitare numerose cattedrali dal fascino senza tempo e nutrire così la propria spiritualità oltre alla voglia di avventura che ogni viaggiatore cerca.

Non bisogna sottovalutare, quando si visita la Ciociaria, che questo territorio, oltre ad avere delle incredibili potenzialità dal punto di vista paesaggistico, si basa anche su una cultura millenaria che lascia il segno in ogni angolo della Ciociaria o della città di Frosinone. Partendo dall’epoca dei romani, attraversando il medioevo, il rinascimento e arrivando fino ai nostri giorni, la Ciociaria è stata teatro di innumerevoli avvenimenti storici e questa sua ricchezza culturale si respira in ogni angolo.
Molto famosa in questo territorio è la città di Anagni, che si può visitare benissimo partendo da Frosinone. Anagni è adagiata sopra un terreno collinoso ed è conosciuta ai più come la Città dei Papi in quanto residenza di numerosi pontefici nel periodo storico che va dal dodicesimo al tredicesimo secolo, che gli storici definiscono il periodo d’oro della città. Il monumento più importante di Anagni è di sicuro la cattedrale, dove spicca quella che è definita la “Cappella Sistina del Medioevo” dove si possono trovare affreschi, pavimentazione originale del duecento e anche archi di origine romanica.

Alcune strutture della zona, come l’agriturismo il Castagneto di Frosinone, mettono particolare accento al rapporto tra territorio e cultura proponendo, oltre ad itinerari ad hoc per i turisti, anche dei menù tipici che vanno a riscoprire delle tradizioni che si credevano perse o dimenticate ma che i gestori vanno a riscoprire con curiosità e passione storica.
Visitare la Ciociaria è un’esperienza che lascia un ricordo indelebile e una incredibile voglia di tornare in questo territorio, che è uno dei più affascinanti e suggestivi dell’intero paese.

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *